giuliaGiulia Fonti, nata a Lugano vive a Arzo dal 2004.

Ha frequentato lo CSIA (Liceo Artistico di Lugano) e l’Accademia di Belle Arti di Urbino. In seguito frequenta per alcuni anni l’atelier dell’artista austriaco Edmund Pielmann, che le trasmette la passione per la figura, diventandone modella ed allieva.

Frequenta la Scuola di Trucco Cine-Foto-Teatrale a Milano collaborando con gruppi di teatro e danza contemporanea, occupandosi del trucco e della realizzazione di costumi e scenografie.

Presso la Fondazione Ratti di Como segue il Seminario Superiore di Disegno con gli artisti Georg Baselitz e Arnulf Reiner  ottenendo il Premio Acquisto.

Durante un soggiorno in Andalusia, Spagna, rimane fortemente ispirata dall’ambiente dei musicisti e danzatori di Flamenco, che trasporterà nei suoi quadri dipingendone colori ed atmosfere, esponendo in una personale all’Ateneo di San Lucar de Barrameda.

Le opere di Giulia Fonti parlano direttamente alla parte nascosta di te.
Da esse traspaiono pensieri mai rivelati apertamente.
L’erotismo che le caratterizza è esplicito, audace, provocatorio.
Al tempo testo, un’alone di purezza permea l’intera creazione, trasudando una sorta di castità dell’anima.
Come in uno specchio, rimandano sensazioni spesso non ancora riconosciute, ma che emergono tuo malgrado, in quanto parte imprescindibile del tuo stesso IO.
Quello autentico, quello che meglio rappresenta la tua essenza istintiva quando l’azione si manifesta seguendo impulsi naturali e affettivi.
Nella loro espressione, rivelano il carattere dell’artista.
Nell’essere scelte, la personalità ed il gusto di chi è in grado di recepire una comunicazione che profuma di spiritualità, cogliendone ogni singola vibrazione.
Ecco ciò che caratterizza chi acquista un’opera di Giulia Fonti: la capacità di riconoscersi in un’ispirazione che si concretizza in qualcosa di mai banale e al di fuori da qualunque schema restrittivo e condizionante.
Giulia Fonti: un’artista poliedrica, multiforme e multidisciplinare.
Giulia Fonti: un talento dall’espressività libera e, al tempo stesso, liberatoria.